Cocoricò Riccione: John Acquaviva & Shlomi Aber

  • John Acquaviva Conosciuto principalmente per la Plus 8 Records, l'etichetta fondata alla fine degli anni '80 insieme a Richie Hawtin (aka Plastikman), il canadese John Acquaviva è anche uno dei dj più affermati sulla scena mondiale. Il suo debutto avviene alla fine degli anni '70, mentre la prima residenza ufficiale arriva nel 1980: da allora si e' esibito in oltre 4000 tra club, festival ed eventi speciali disseminati nei quattro angoli del mondo. La sua grande esperienza, unita ad una imponente collezione di vinili costruita negli anni (oltre 50.000 pezzi dal disco funk degli anni '70 all'elettronica dei nostri giorni) lo rendono uno degli artisti più versatili della scena internazionale, tanto da essere spesso soprannominato come il "dj dei dj". Altrettanto importante e' il suo curriculum di produttore: dalle futuristiche releases "Elements of Tone" e "States of Mind" sulla Plus 8 alle numerose pubblicazioni sulla personale label Definitive Recordings, vicina alle sue visioni musicali di progressive tech-house. John pubblica inoltre lavori di Ian Pooley, Clemens Neufeld e David Alvarado e collabora con le etichette Bugeyed, Blufin e persino l'italiana Mantra. John e' inoltre uno dei fondatori di Beatport.com, autentico punto di riferimento per il downloading di musica elettronica. www.john-acquaviva.com www.myspace.com/acquavivadj Shlomi Aber Negli ultimi due anni Shlomi ha avuto quell’impatto che di solito caratterizza l’arrivo delle meteore, ragion per cui è stato sepolto in un cratere d’apprezzamenti e sostegno da parte degli addetti ai lavori. Siano essi Sven Vath, Carl Craig, Pete Tong, John Digweed, Richie Hawtin o Francois K, tutti stanno esaltando questo giovane prodigio. Una frase presa da una sua recente intervista a Radio1 provvede a spiegare il perché le sue produzioni stiano lasciando un così ampio segno: “Non importa se è aggressivo o deep, deve semplicemente smuoverti l’animo, il corpo e lo spirito allo stesso tempo. Questo è ciò che io chiamo un buon disco”. Questo suo personale approccio, unito ad otto anni di esperienza in produzione, influenzati da jazz, funk, minimal, acid ed in particolare dalla techno, lo ha portato a poter vantare nel proprio CV, in costante espansione, releases su etichette di calibro mondiale, come Cocoon, Ovum e Renaissance. Tracce come “Sea Of Sand”, “Tel Aviv Garden”, e “After Love” sono impresse nella Top 10 dei best-seller del 2006, “Crop Duster” è stata descritta da M8 come “…un classico… una vera e propria dance-floor hit” , fino ad arrivare a “Freakside” sulla Ovum di Josh Wink, hit techno di scala mondiale che non ha bisogno di particolari menzioni, poiché è diventata il marchio di fabbrica di Shlomi. I suoi set sono stati citati per la loro capacità di coesione di vari generi. Dj Mag ha scritto recentemente in un articolo: ” I set di Shlomi sono carichi di calore ed unicità di suoni che ti fanno sentire come se stessi andando indietro nel tempo, ai migliori giorni della musica. E’ qualcosa d’indefinibile con un’unica parola, ma se proprio devo, potrei definirlo come qualcosa tra l’house e la techno. Con le sue affascinanti abilità tecniche, accuratezza della programmazione e scelta nella selezione musicale, puoi veramente sentire la magia nell’aria.” La sua ascesa attraverso la classifica dei Dj’s israeliani è una favola House nella sua forma più pura. Iniziata all’età di 14 anni facendo feste con gli amici nel giardino di casa, Shlomi s’è presto guadagnato il sostegno ed il supporto della scena Underground locale ed ha pian pian iniziato ad incrementare il suo profilo con eventi di grande importanza e spessore come la Love Parade, Gay Parade, Dance & Levis e molti altri… Fino ad oggi, giorni in cui sta arricchendo la sua esperienza a livello tour-internazionali con un’agenda già piena d’appuntamenti per i mesi a venire. E la schedule delle sue prossime uscite sul mercato discografico è al passo con gli impegni nei locali: su Ovum, Renaissance e Cocoon son infatti attesi i suoi prossimi singoli. Ed a testimonianza della stima che gli addetti ai lavori ripongono in questo giovane e talentuoso artista, non si puo non far menzione della responsabilità che Renaissance gli ha affidato. La leggendaria label anglosassone ha infatti deciso d’inaugurare un serie di album da artista e a chi poteva commissionare, in questo momento, se non a Shlomi Aber, la realizzazione del primo atto di quella che si preannuncia esser una nuova saga? E Shlomi non ha disatteso le aspettative sul suo conto, vedendo il suo album, State Of No One, guadagnarsi la nomination di miglior album dell’anno correndo per il titolo al fianco di nomi quali Chemical Brothers, per esempio… Ma c’è l’impressione che ci sia dell’altro comunque… Ed infatti, Shlomi ha appena fatto partire la propria etichetta annunciando la nascita di “Be As One Recordings”. Obbiettivo dell’etichetta è pubblicare underground-music di qualità attraverso un range che varia dall’ house alla techno, con un solo “must”: ” ogni traccia deve avere il giusto feeling e stagliarsi a sua maniera”. Con il già immenso supporto da parte dei migliori top-Dj’s (Da Sven Vath a Laurent Garnier fino a John Digweed e Josh Wink), e presenze nei vari magazines e charts, “Be As One” si sta affermando come una delle etichette leader nella scena underground-dance mondiale come testimonia d’altronde il successo dell’ultima release “Gel Abril - Very Wrong” che ha registrato oltre 3 mesi di presenza nella top 10 download techno di Beatport! www.myspace.com/shlomiaber info liste e omaggi Andrea 3333716363 email e msn:[email protected]
  • Cocoricò Riccione: John Acquaviva & Shlomi Aber - Flyer front
    Cocoricò Riccione: John Acquaviva & Shlomi Aber - Flyer back