A Privat Odissey: Rodhad, Sigha, Samuel Kerridge

  • E così, un altro anno è passato. Bello, bellissimo sicuramente per chi ama la musica e ha passato un anno con noi. Ospiti, ospiti, e musica e musica e tanta tanta tanta musica. Tante notti, tanta musica tanti sorrisi. Li ho visti tutti, tanti baci. Baci appassionati che precedono l’amore, sospinti dalla musica del dude. Ho visto tantissimi di voi ballare, anche il più timido. Ho sentito qualcuno di voi gridare la propria gioia, vi ho osservato mentre filmavate gelosi il momento della gloria, l’apice del piacere, raccogliere in un minuto la passione di tutta la vita. Vi ho visto illuminati, vi ho visto bellissime ed eccitate, vi ho visto bere. Ho osservato rispettosamente il vostro riposo, vi ho visto dormire e poi svegliarvi. Vi ho guardato mentre andavate via, con lo sguardo di chi non vede l’ora di tornare. E questo per la musica. con la musica trovate la pace e voi stessi con essa. Finisce un anno e inizia LA FESTA. La Festa da qualche anno, a capodanno è l’odissea. L’odissea è un viaggio misterioso, un romanzo infinito. Nell’odissea le storie di tutti noi si intrecciano. C’è Antonio, Lucrezia, Tony, Federico, Sara. Ci sono tutti e incontrerai tutti. La Festa ci rende tutti simili e tutti fratelli e sorelle, ci eleva tutti allo stesso livello, ci rende partecipi del miracolo che succede solo di notte. Quando la pista diventa un essere vivo, che respira e si muove all’unisono, dove cento corpi caldi ne fanno uno, pensante, pulsante. Da qualche anno questa festa non è più un segreto. L’odissea della musica non può esserlo. Tutti ne devono potere godere. Succede a capodanno e si chiama PRIVAT ODISSEY. E’ questa la settima volta che il maelstrom si apre per lasciare passare esseri in un altra dimensione. Esseri al di la del bene, e del male, puri, una sorgente di suono ininterrotta, il suono sottofondo dell’universo appena dopo il big bang cala sul Dude . Lo investe . Lo rende chiesa per gli adepti. Il miracolo si compie di nuovo con: RØDHÅD SIGHA SAMUEL KERRIDGE ORACY ABSTRACT HIVER La musica te la immagini ? Il meglio che potevamo pensare per voi è li su un piatto d’argento . Non puoi sbagliare. Non stavolta . E’ capodanno, ma non vogliamo sapere cosa fate prima. La mezzanotte è un momento intimo di raccoglimento da condividere con 5.000 persone care sparse ad ogni angolo del globo . Ma le regole dell’odissea sono chiare: LE PORTE DEL DUDE APRIRANNO ALL’ UNA. A quel punto, quando il 2014 sarà realtà, la tua seconda (o prima?) casa sarà pronta per accoglierti ancora una volta, per la prima volta nel nuovo anno. E tu sarai pronta/o per vivere la tua esperienza mistica, un anno dopo – e per un altro anno ancora. PRIVAT ODISSEY #7 31/12/2013 CAPODANNO IN DUDE CLUB Il mistero del suono svelato. MUSIC STARTS AT 1:00 —-> to an open end………
  • A Privat Odissey: Rodhad, Sigha, Samuel Kerridge - Flyer front