Bergamo Street Parade 2012

  • Venue
    TBA - Boat
    • TBA
  • Date
    Sat, 19 May 20124,30 pm - 23,30 pm
  • Promoter
    Archetypes Records
  • Attending
    • 2
  • ̸

    Lineup

    Radio X DJ Soulpusha, DJ Robba, Love Project Trash Family, DJ Beero, Lucarock, , Be-waxes, Strongbaby Rock / Anni '60 / Trash / Electronica / Alternative Vanguard pres Archetypes Records & Bewegung Mas Teeveh, Bewegung (Dan Blume & Federico Sahne), Peder, Electrorites Techno Viale Rossi Project Troll3r, Shaki, B.A.N.G., Violent Orchestra, Silvijo Zylfi Electro / Dubstep / Ignoranza! ElectroWild Flowers Ciur vs Moro, John Torri, Rob P, Shiver, Dandy MC Deep House / Tech House / Techno Bergamo Reggae Shanty Sound, I-trees, Panda Sound, Solid State Reggae Dalmen Calling Medo, Derfranke, Balos, Half Caste Elegant Techno / Minimal / Tech House Punto G Rising Minimal / Techno Remember / Hardcore / Industrial Bauhaus Boski, Babi, Coloppio, Van Vaals Tech House Disaster Guys Salvosuper, The Sub-Urban Raiders D'n'B / Dubstep / Breaks HC Crew Toni aka Nemesis, V-Bass Hardstyle / Hardcore / Frenchcore Taboo + Zambe Mini, Gispy guy, Jake Castelli, The Alfabet, Nikky Wadd & Savva House / Electro House Electronic Pleasure & Stregatto DJ Alain, Yud Kei, Fabien P. Progressive / Techno Fratelli Morbidezza Frank Fresh, Maurizio Tendenza, Jack Presenza, Massimo Carisma Afro / Dance BEKX + Last Minute Santo, Beige, Savenz Tech House / Dance / Electro Magic Show Anto, Luke Beat Goa / Minimal / Electro / Techno TRASHgressivo Dance & Trash Dance / Trash / Anni 90 HRH Feltro, Baba, Lollo, Stefano B Drum and Bass / Techno Cyber Bros & Noize Slavery Fakkiuz, Goz, Babbel, Cosmo, Insonik Techno / Hardcore / Frenchcore
  • Share
  • Ci riprendiamo di nuovo la città. Per una notte. La Street Parade non è per noi solo una valvola di sfogo, ma anche una rivendicazione di un nostro diritto: vogliamo poter essere orgogliosi e felici della nostra città. Bergamo ha tutte le carte in regola per essere un luogo accogliente anche per i giovani, un territorio vivo, uno spazio creativo, un ambiente aperto a nuovi orizzonti. Vogliamo che queste potenzialità vengano riconosciute e valorizzate perché sono un bene comune, un valore sociale, uno spunto di felicità. La vita notturna, oltre a rispondere a bisogni di socialità, di creatività e di libertà, genera anche un'economia non trascurabile, dotata di un notevole indotto e di un ammontare non indifferente di posti di lavoro. È un mondo fatto di imprese, professionisti ed associazioni, un settore che proprio per questi motivi va difeso e tutelato. Va considerato una risorsa e un settore su cui investire, non un problema. Un riconoscimento da parte di tutti e una disponibilità alla collaborazione da parte degli Enti Locali sono la base per poter crescere, arrivare ad una cultura del divertimento, del clubbing simile a quella di altri paesi europei, distante dalla pura esagerazione, dal mero sballo e da atteggiamenti aggressivi che spesso troviamo in Italia. Relegare i locali esclusivamente nelle zone industriali, imporre orari di chiusura e di silenzio inaccettabili sia in settimana che nel week end, vincolare l'utilizzo di spazi pubblici a regole severissime ed impraticabili non fa altro che allontanare ed emarginare chi invece di questa città fa parte e ha tutto il diritto di viverla appieno. Vogliamo una città aperta, in cui la direzione di lavoro sia quella di aprire nuovi spazi e quella di far vivere in modo nuovo, aperto e creativo luoghi oggi inutilizzati, aree pubbliche abbandonate a se stesse e un centro città desideroso di diventare il cuore pulsante del tessuto urbano. Una sinergia su cui investire sicuramente è quella con il turismo: valorizzare la cultura della vita notturna e dell'intrattenimento vuol dire anche riuscire ad essere maggiormente attrattivi per un turismo giovane che sempre di più passa dalla nostra città atterrando a Orio al Serio. Vogliamo che la notte possa essere davvero un tempo di vita e socialità, vogliamo non essere più limitati in una città che chiude se stessa, blindata in un esagerato bisogno di quiete. Vogliamo una città sempre più viva, con un fitto calendario di appuntamenti, occasioni, stimoli: vogliamo che Bergamo diventi davvero uno spazio pubblico fortemente creativo perché ricco di contaminazioni, conflitti, incroci, scambi ed opportunità. Essere giovani e al tempo stesso desiderosi di un rapporto maturo con la propria città non è facile. Siamo studenti dal futuro incerto, lavoratori precari e tanto altro: siamo persone alla ricerca del proprio futuro. Rivendichiamo il nostro spazio in città perché vogliamo sentirci accolti, tutelati, sostenuti e non estranei in un luogo troppo spesso imbalsamato e vetrina di se stesso. Vogliamo essere protagonisti del nostro territorio: questa possibilità passa anche per il mondo della cultura e del divertimento perché è quello che, in questo periodo della nostra vita, sentiamo appartenerci di più. Ci riprendiamo la parola per una notte sperando di non doverlo fare più, sperando di vedere cambiamenti forti e reali spinti dall'affetto autentico che proviamo per il luogo in cui viviamo.
  • Bergamo Street Parade 2012 - Flyer front
    Bergamo Street Parade 2012 - Flyer back